Valerio Held dipinge i bambini del mondo, la vita

14 artisti e 7 opere insegnano la Pace. Sveliamo ad uno ad uno, in anteprima, i 7 dipinti realizzati dagli artisti italiani per il progetto educativo/formativo “Disegni a 1000 mani, Beirut – Venezia” ideato da Nadia De Lazzari di Venezia: Pesce di Pace.

Questa è la divertente opera a metà del veneziano Valerio Held. Nel retro del foglio l’artista del fumetto che scherza con le matite scrive: “La vita è una cosa seria, per questo bisogna ridere e sorridere, tutti insieme!!”. Ora l’artista Maya K. Fares di Beirut finirà l’opera.

A Venezia i 7 artisti hanno già dipinto le loro opere a metà accompagnate anche da un pensiero e dal proprio autoritratto. Successivamente, a Beirut, gli altri 7 artisti coloreranno lo spazio lasciato per metà bianco. Ai colleghi che vivono in un Paese lontano il compito di proseguire l’esperienza di scambio e di condivisione. Ogni foglio di carta ospita, quindi, due differenti stili e intreccia due diverse culture, l’Oriente e l’Occidente, il Libano e l’Italia, Beirut e Venezia. Il legame culturale riscrive una storia nuova fatta di collaborazione, amicizia, solidarietà, giustizia, pace. Sono piccole luci colorate sul pianeta terra che superano barriere, mari, confini. Sono patrimoni da non disperdere, messaggi da diffondere, lezioni di vita. A conclusione gli artisti italiani e libanesi doneranno agli studenti e agli insegnanti le loro opere a quattro mani. Ogni scuola che ha partecipato e creduto nel progetto educativo/formativo “Disegni a 1000 mani, Beirut – Venezia”, ne riceverà una in dono.

Valerio Held, l’artista del fumetto che scherza con le matite

14 artisti per Beirut e Venezia

Venezia e Beirut si presentano insieme. Inizia Venezia, Beirut completa. Due culture differenti, l’Occidente e l’Oriente, si incontrano e trovano spazio nello stesso foglio di carta. Quattordici artisti, 7 italiani, 7 libanesi, partecipano al progetto “Disegni a 1000 mani”. Il loro è un dialogo a distanza che attraversa il Mar Mediterraneo e dà vita a un ponte culturale dove l’arte si risolve in accoglienza, meraviglia, stupore, futuro.

“Il progetto culturale disegni a 1000 mani Beirut – Venezia, in questo momento difficile per tutti, dà la scossa giusta”. Questo è il commento a caldo di Valerio Held, veneziano di Castello, classe 1958, disegnatore e fumettista per la Disney dal 1986. Fin da piccolo scherzava con le matite.

“Ho cominciato copiando, ricordo un grappolo d’uva”. Alle spalle ha un diploma conseguito presso il Liceo Artistico di Venezia, poi la sua attività di disegnatore inizia presso lo studio di Luciano Gatto. “Lo considero un secondo papà, alla mano, spiritoso. Con lui ho cominciato a disegnare i primi fumetti su delle lenzuola. Era divertente”. Tra il 1984 e il 1986 pubblica una quindicina di storie per la rivista Fix und Foxi della Erich Pabel di Monaco. Da quel momento la sua creatività prosegue senza sosta “mettendosi al servizio dell’intera banda Disney”, Topolino, Minni & company, Paperinik. Nel 1999 crea la famiglia Duckis con lo sceneggiatore Bruno Concina.

Profilo di Valerio Held su Topolino