VIDEO DA TUNISI insieme a Venezia, Trento e Trieste per costruire il Ponte Educativo Mediterraneo

Dopo la cerimonia a Venezia San Salvador, la festa con i piccoli ambasciatori di pace si è spostata a Tunisi, precisamente con gli studenti dell’Istituto Scolastico Italiano Hodierna, tra canti, applausi, saluti agli amici lontani di Venezia, Trento e Trieste.

Tre i premiati:

  • Gabriele Caravella (scuola elementare, classe quinta) per il disegno che ha ispirato la copertina del libro “Ponte Educativo Mediterraneo”;
  • Casimiro Venturino (scuola media, classe seconda) per la frase: “La Tunisia è una terra di pace e convivenza tra popoli e culture diverse. Oggi mantenere la pace è un lavoro eroico ed è un sacrificio difficile. Qui non ci sono confini e si condividono la fede, il colore della pelle, la lingua, le tradizioni. Quando me ne andrò mi ricorderò sempre che la Tunisia è una terra di pace e di amore”;
  • Rayene Lefrini (Liceo, classe prima) per la frase: “In un mondo pieno di povertà e ingiustizia c’è bisogno di un mondo di luce per risorgere. Soltanto le nostre scelte quotidiane potranno indirizzarci verso un cammino capace di superare gli ostacoli per creare un futuro lucente che ci renderà fieri di noi stessi e delle nostre azioni”.

Venezia, Tunisi, Trento, Trieste, da oggi più vicine. Grazie bambini, siete il futuro, la speranza.

Video a cura di Chiara Poggi

www.isihodiernatunisi.com

 

07 TUNISI Ponte Educativo Mediterraneo - Istituto Scolastico Italiano Hodierna.jpg

TESSERA (Venezia): la Scuola Collodi e l’amicizia fra i popoli nel Progetto Ponte Educativo Mediterraneo

La Scuola Primaria Collodi di Tessera (Venezia), con la Classe 5^ e la loro insegnante Rita Marcolin, nel Progetto “Ponte Educativo Mediterraneo”.

Gli alunni hanno disegnato in modo originale l’amicizia fra i popoli. La terra con due cuori gioca con il sole e con i pianeti Venere, Mercurio, Marte, Luna. Protagonista è sempre la terra dove bambini di ogni nazionalità si abbracciano dentro un cuore gigantesco con la frase “Pace tra i popoli”.

Un pensiero anche per l’Africa, l’istruzione, la pace. “Spero e spererò che noi bambini abbiamo sempre l’istruzione e la pace in tutto il mondo”, scrive un piccolo studente facendo riflettere i “grandi”.

I disegni della Classe 5^

Evento finale il 29 maggio a Palazzo Ducale riconosciuto nel Festival nazionale dello Sviluppo Sostenibile.

foto alunni classe quinta TESSERA Venezia Scuola Collodi Progetto Ponte Educativo Mediterraneo pesce di pace banner.jpg

Scuole elementari, medie e licei aderenti al Progetto Internazionale:

  • VENEZIA – Mons. Luigi Cerutti (Murano), Carlo Collodi (Tessera), Alfredo Di Cocco (Burano), Giacinto Gallina, Istituto Cavanis, Istituto Comprensivo Francesco Morosini, Istituto San Giuseppe Caburlotto, Alessandro Manzoni, Giovanni Zambelli, Istituto Comprensivo Grimani (Marghera);
  • TUNISI – Istituto Scolastico G.B. Hodierna, Scuola salesiana Ibn El Jazzar (Manouba);
  • TRENTO – Raffaello Sanzio, Scuola Paritaria Cattolica Collegio Arcivescovile Celestino Endrici;
  • TRIESTE – Isacco Sansone Morpurgo.

evento 29 maggio venezia 2019 palazzo-ducale-pesce-di-pace-ponte-educativo-mediterraneo

Patrocinio Partner Sponsor evento 29 maggio 2019 a Venezia Palazzo Ducale - Ponte Educativo Mediterraneo

TRIESTE nel Progetto Educativo Mediterraneo con la Scuola Primaria Morpurgo e la Comunità Ebraica

È Trieste con Piazza Unità, il Municipio e le sue strade affollate la città disegnata dai bambini della classe 4A della Scuola Primaria Paritaria Isacco Sansone Morpurgo, coordinata da Anna Rosa Stalio.

I piccoli “cittadini del mondo” che vivono, giocano, studiano nella Trieste multiculturale e multireligiosa hanno aderito al Progetto Ponte Educativo Mediterraneo di Venezia Pesce di Pace, disegnando la città e l’accoglienza. Entusiasti l’insegnante Dora Fiandra, l’Assessore alla Scuola della Comunità Ebraica Nathan Israel e il Rabbino Alexandre Meloni.

Mille bambini di Venezia, Tunisi, Trento e Trieste si parlano a distanza, condividono disegni e racconti, creano ponti di amicizia e pace.  I bambini parlano a distanza, condividono disegni e racconti, creano ponti di amicizia e pace. Gli alunni guardano lontano e danno lezioni ai grandi promuovendo un fertile dialogo. Differenti culture e religioni si incontrano nel rispetto reciproco tra i popoli. ​

EVENTO FINALE 29 MAGGIO 2019 a Palazzo Ducale Venezia

 


DAI 501 DISEGNI A 6 MANI AL PONTE EDUCATIVO MEDITERRANEO

by Anna Rosa Stalio*

Trieste Scuola Morpurgo -Nadia De Lazzari -Progetto Ponte Educativo Mediterraneo di Venezia Pesce di Pace.jpg“Conoscendo Nadia De Lazzari si poteva immaginare che non si sarebbe fermata per troppo tempo. Eccoci quindi coinvolti nel nuovo Progetto “Ponte Educativo Mediterraneo” per riflettere assieme agli alunni su problematiche, forse troppo grandi per bambine e bambini di 9/10 anni, ma comunque importanti e significative per lo sviluppo di ogni persona che voglia diventare un “cittadino del mondo”. Gli alunni della classe quarta della Scuola Primaria Paritaria Isacco Sansone Morpurgo hanno disegnato, con gli occhi di bambini curiosi, Trieste con le sue strade e la sua piazza principale esprimendo il loro desiderio di PACE e manifestando la GIOIA di essere felici senza GUERRA. Sono bambine e bambini che hanno la fortuna di vivere in una città multiculturale e multireligiosa e di frequentare la scuola della Comunità Ebraica, scuola che, nel rispetto della propria identità, è aperta a tutti. «Ciò nella convinzione che dal confronto e dalla condivisione delle diverse esperienze possa maturare un più profondo senso di rispetto reciproco e di reale educazione all’interculturalità intesa non solo sul piano religioso», come si legge nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa dell’Istituto. Gli alunni descrivono, con un po’ d’immaginazione, bambini liberi e tranquilli che si divertono; in realtà giocare per la strada sembra oggi quasi un sogno, se consideriamo come negli anni la strada si sia trasformata da luogo d’incontro a luogo di pericolo, ma i bambini questo desiderano e questo aspettiamo tutti noi nell’attesa della realizzazione degli obiettivi dell’Agenda 2030 che al “goal/traguardo 11 pone “la città sostenibile”. In realtà il Progetto “Ponte Educativo Mediterraneo” si riferisce principalmente all’obiettivo 4 (un’istruzione di qualità inclusiva) e all’obiettivo 16 (pace e giustizia) dell’Agenda 2030** che è un programma d’azione per le persone, per la prosperità e per lo sviluppo sostenibile del pianeta. La classe ha aderito all’iniziativa di Nadia De Lazzari nella convinzione che la scuola debba essere il luogo deputato alla formazione di TUTTI, dove nessuno possa essere escluso, né essere lasciato indietro lungo quell’impegnativo cammino necessario per portare il mondo sulla strada della pace e della solidarietà”.

*Coordinatrice Didattica della Scuola Primaria I. S. Morpurgo di TRIESTE

**Agenda 2030 è un documento sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi
membri dell’ONU. A tale documento si ispira il Progetto.

evento 29 maggio venezia 2019 palazzo-ducale-pesce-di-pace-ponte-educativo-mediterraneo

Scuole elementari, medie e licei aderenti al Progetto Internazionale:

  • VENEZIA – Mons. Luigi Cerutti (Murano), Carlo Collodi (Tessera), Alfredo Di Cocco (Burano), Giacinto Gallina, Istituto Cavanis, Istituto Comprensivo Francesco Morosini, Istituto San Giuseppe Caburlotto, Alessandro Manzoni, Giovanni Zambelli, Istituto Comprensivo Grimani (Marghera);
  • TUNISI – Istituto Scolastico G.B. Hodierna, Scuola salesiana Ibn El Jazzar (Manouba);
  • TRENTO – Raffaello Sanzio, Scuola Paritaria Cattolica Collegio Arcivescovile Celestino Endrici;
  • TRIESTE – Isacco Sansone Morpurgo.

Patrocinio Partner Sponsor evento 29 maggio 2019 a Venezia Palazzo Ducale - Ponte Educativo Mediterraneo

Presidente e Direttore MUVE per il Ponte Educativo Mediterraneo tra Venezia, Tunisi, Trento e Trieste

mariacristina gribaudi e gabriella belli in Venezia Pesce di Pace progetto 2019 ponte educativo mediterraneo

MUVE – Maria Cristina Gribaudi, Presidente  –  Gabriella Belli, Direttore

“Il disegno è anche uno strumento per apprendere, e per comunicare agli altri ciò che abbiamo imparato della realtà per come la vediamo noi.

I bambini disegnando il mondo imparano a osservarlo e rappresentarlo, per loro l’arte non è ancora il mistero che diventerà nella vita adulta, è gioco e quotidianità e piacere puro: i bambini che disegnano ci dicono che l’arte è nella vita di tutti i giorni e fa parte del luogo dove vivono. Il disegno è qui il linguaggio con cui i bambini di città diverse scambiano visioni e pensieri sulla loro vita, le loro aspettative, il futuro per come se lo immaginano. Il loro desiderio di pace è fissato sulla carta, colorato e personale, ma universale.

Con il disegno e i racconti i bambini parlano ad altri bambini di dove vivono e di come vorrebbero vivere, conoscono città lontane e imparano che hanno una storia in comune con la loro, scoprono le tante differenze che fanno di ogni persona un essere unico e dell’umanità un luogo ricco, interessante, divertente dove stare tutti insieme. Imparano soprattutto che nella vita non si è soli, e che nessuno può essere lasciato solo, perché l’unione fa la forza, e il primo modo per conoscersi e non restare soli è dialogare, ascoltare e raccontare, con le parole o con le matite colorate.

Nella Venezia cosmopolita dalla sua nascita, in questo luogo universalmente ammirato che tiene insieme terra, acqua e cielo e nella sua storia ha visto e ancora oggi vede uomini e donne di mille paesi del mondo attraversare le sue calli e arrivare e partire dai suoi porti in tutti i tempi e le stagioni, il valore della cultura di cui ognuno di noi è portatore e custode è da sempre riconosciuto.

Salutiamo con interesse questo progetto che fa dialogare le scuole con i musei, che alle scuole sono sempre aperti con le loro attività educative, e con piacere accogliamo i loro dialoghi, i loro desideri, i loro disegni e tutto il loro mondo, che merita di essere pieno di arte, e di tutti i colori”.

EVENTO FINALE 29 MAGGIO 2019 a Palazzo Ducale Venezia

evento 29 maggio venezia 2019 palazzo-ducale-pesce-di-pace-ponte-educativo-mediterraneo.jpg

(Agenda 2030 – ONU: Goal 4 e Goal 16)

SDGS GOAL 4 AND 16 VENEZIA PESCE DI PACE EDUCATION QUALITY PACE JUSTICE.pngVenezia Pesce di Pace ringrazia il MUVE per la collaborazione all’evento del 29 maggio a Palazzo Ducale, inserito nel programma nazionale del Festival Sviluppo Sostenibile 2019.

Scuole elementari, medie e licei aderenti al Progetto Internazionale:

  • VENEZIA – Mons. Luigi Cerutti (Murano), Carlo Collodi (Tessera), Alfredo Di Cocco (Burano), Giacinto Gallina, Istituto Cavanis, Istituto Comprensivo Francesco Morosini, Istituto San Giuseppe Caburlotto, Alessandro Manzoni, Giovanni Zambelli, Istituto Comprensivo Grimani (Marghera);
  • TUNISI – Istituto Scolastico G.B. Hodierna, Scuola salesiana Ibn El Jazzar (Manouba);
  • TRENTO – Raffaello Sanzio, Scuola Paritaria Cattolica Collegio Arcivescovile Celestino Endrici;
  • TRIESTE – Isacco Sansone Morpurgo.

Patrocinio Partner Sponsor evento 29 maggio 2019 a Venezia Palazzo Ducale - Ponte Educativo Mediterraneo

 

 

TRENTO – Disegni e testi del Collegio Arcivescovile per il Progetto Ponte Educativo Mediterraneo con Venezia Pesce di Pace

Progetto “Ponte Educativo Mediterraneo” con Venezia, Tunisi, Trento e Trieste, riconosciuto dal Festival dello Sviluppo Sostenibile (Agenda 2030, ONU).

L’amicizia: nero e bianco sono solo colori; il Natale trasmette un messaggio di pace; il duomo di Trento ha un angelo che vola sopra il campanile. Sono alcuni temi e disegni realizzati dai bambini delle classi elementari 4A e 5A e dai ragazzi di tutte le prime medie (A, B, C, D, E) del Collegio Arcivescovile.

panorama collegio arcivescovile trento scuola logo 2019 pesce di pace.jpg

Il Preside Paolo Fedrigotti e il Vicepreside Gianpaolo Guerra della Scuola Paritaria Cattolica COLLEGIO ARCIVESCOVILE “Celestino Endrici”, hanno consegnato a Nadia De Lazzari, responsabile dell’Associazione Venezia Pesce di Pace, 160 elaborati unici nel loro genere che fanno incontrare e seminano Giustizia e Pace.

Classe 1^A Media 

01^A collegio arcivescovile trento scuola 2019 pesce di pace

Classe 1^B Media 

01^B collegio arcivescovile trento scuola 2019 pesce di pace.jpg

Classe 1^C Media 

1^C collegio arcivescovile trento scuola 2019 pesce di pace.JPG

Classe 1^D Media 

1^D collegio arcivescovile trento scuola 2019 pesce di pace.JPG

Classe 1^E Media 

1^E collegio arcivescovile trento scuola 2019 pesce di pace.jpg

Classe 4^A Elementare

4^A elem collegio arcivescovile trento scuola 2019 pesce di pace.JPG

Classe 5^A Elementare

5^A elem collegio arcivescovile trento scuola 2019 pesce di pace .jpg

Disegni Classe 4^A Elementare

IL MIO DUOMO

 

Disegni Classe 5^A Elementare

UNITI PER LA PACE NEL MONDO

07-foto-disegno-55ea-elem-collegio-arcivescovile-trento-scuola-2019-pesce-di-pace-ponte-educativo-mediterraneo (2).jpg

 

Scuole elementari, medie e licei aderenti al Progetto Internazionale:

  • VENEZIA – Mons. Luigi Cerutti (Murano), Carlo Collodi (Tessera), Alfredo Di Cocco (Burano), Giacinto Gallina, Istituto Cavanis, Istituto Comprensivo Francesco Morosini, Istituto San Giuseppe Caburlotto, Alessandro Manzoni, Giovanni Zambelli, Istituto Comprensivo Grimani (Marghera);
  • TUNISI – Istituto Scolastico G.B. Hodierna, Scuola salesiana Ibn El Jazzar (Manouba);
  • TRENTO – Raffaello Sanzio, Scuola Paritaria Cattolica Collegio Arcivescovile Celestino Endrici;
  • TRIESTE – Isacco Sansone Morpurgo.

evento 29 maggio venezia 2019 palazzo-ducale-pesce-di-pace-ponte-educativo-mediterraneo

Tunisi nel Progetto Ponte Educativo Mediterraneo con l’Istituto Italiano Scolastico G. B. Hodierna

VENEZIA PESCE DI PACE ITALIA TUNISIA - POINTE EDUCATIVO MEDITERRANEO.png

​I bambini si tengono per mano e sventolano bandiere in segno di amicizia verso i coetanei italiani di Venezia, Trento, Trieste. I saluti e i disegni arrivano dalla Tunisia, terra di pace e di amore, in particolare arrivano dall’Istituto Italiano Scolastico G.B. Hodierna, scritti e colorati dagli alunni delle classi terza, quarta e quinta.

01 foto scuola italiana tunisi - Ponte Educativo Mediterraneo - Venezia Pesce di Pace - Istituto Scolastico Italiano G. B. Hodierna Tunisi

La Preside professoressa Clotilde Piazza con gli insegnanti Chiara Poggi, Maria Armeli e Rosario Motta hanno guidato i piccoli studenti nel Progetto “Ponte Educativo Mediterraneo” riconosciuto dal Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019 (Agenda 2030, ONU).

02 foto scuola italiana tunisi - Ponte Educativo Mediterraneo - Venezia Pesce di Pace - Istituto Scolastico Italiano G. B. Hodierna Tunisi.JPG

LICEO FOTO tunisi progetto ponte educativo mediterraneo istituto italiano scolastico hodierna.JPG

Liceo Istituto Italiano Scolastico G. B. Hodierna

MEDIA FOTO tunisi progetto ponte educativo mediterraneo istituto italiano scolastico hodierna.JPG

Media Istituto Italiano Scolastico G. B. Hodierna

Al medesimo progetto educativo, con la produzione di testi, hanno partecipato la scuola media (prima, seconda, terza) e il liceo (classe prima, seconda, terza, quarta) con i professori Davide Monastra, Chiara Conti e Lorenzo Colonna.

primaria FOTO tunisi progetto ponte educativo mediterraneo istituto italiano scolastico hodierna.JPG

Primaria Istituto Italiano Scolastico G. B. Hodierna

Classe 4^

 

 

Classe 5^

 

 

Classe 3^

 

 

 

venezia pesce di pace su facebook

Venezia Pesce di Pace su Facebook

03 foto scuola italiana tunisi - Ponte Educativo Mediterraneo - Venezia Pesce di Pace - Istituto Scolastico Italiano G. B. Hodierna Tunisi

TUNISI – L’ingresso dell’Istituto Italiano Scolastico G. B. Hodierna

Scuole elementari, medie e licei aderenti al Progetto Internazionale:

  • VENEZIA – Mons. Luigi Cerutti (Murano), Carlo Collodi (Tessera), Alfredo Di Cocco (Burano), Giacinto Gallina, Istituto Cavanis, Istituto Comprensivo Francesco Morosini, Istituto San Giuseppe Caburlotto, Alessandro Manzoni, Giovanni Zambelli, Istituto Comprensivo Grimani (Marghera);
  • TUNISI – Istituto Scolastico G.B. Hodierna, Scuola salesiana Ibn El Jazzar (Manouba);
  • TRENTO – Raffaello Sanzio, Scuola Paritaria Cattolica Collegio Arcivescovile Celestino Endrici;
  • TRIESTE – Isacco Sansone Morpurgo.

evento 29 maggio venezia 2019 palazzo-ducale-pesce-di-pace-ponte-educativo-mediterraneo