Shamira Minozzi dipinge Venezia, porta d’Oriente

14 artisti e 7 opere insegnano la Pace. Sveliamo ad uno ad uno, in anteprima, i 7 dipinti realizzati dagli artisti italiani per il progetto educativo/formativo “Disegni a 1000 mani, Beirut – Venezia” ideato da Nadia De Lazzari di Venezia: Pesce di Pace.

Questa è l’emozionante opera a metà di Shamira Minozzi, l’artista della Pace per il progetto Beirut Venezia. Nel retro del foglio di carta l’artista la cui attività artistica è volta alla promozione del dialogo tra culture differenti ha spiegato il suo dipinto: “Ho dipinto Venezia, chiamata un tempo “la porta d’oriente”, con la sua caratteristica forma di pesce. Vicino ho dipinto anche un pesce in calligrafia araba (ho trascritto la frase della Basmala: Nel Nome di Dio il Clemente il Misericordioso) come richiamo agli scambi culturali che Venezia ha avuto con l’Islam. Il pesce, oltre ad essere un simbolo cristiano di Pace, vive in un luogo comune sia a Beirut che a Venezia che condividono lo stesso mare. “Il mare unisce i paesi che separa.” (Alexander Pope). La Pace deve essere un obiettivo comune”. Ora tocca all’artista Zaher El Bizri di Beirut completare l’opera.

A Venezia i 7 artisti hanno già dipinto le loro opere a metà accompagnate anche da un pensiero e dal proprio autoritratto. Successivamente, a Beirut, gli altri 7 artisti coloreranno lo spazio lasciato per metà bianco. Ai colleghi che vivono in un Paese lontano il compito di proseguire l’esperienza di scambio e di condivisione. Ogni foglio di carta ospita, quindi, due differenti stili e intreccia due diverse culture, l’Oriente e l’Occidente, il Libano e l’Italia, Beirut e Venezia. Il legame culturale riscrive una storia nuova fatta di collaborazione, amicizia, solidarietà, giustizia, pace. Sono piccole luci colorate sul pianeta terra che superano barriere, mari, confini. Sono patrimoni da non disperdere, messaggi da diffondere, lezioni di vita. A conclusione gli artisti italiani e libanesi doneranno agli studenti e agli insegnanti le loro opere a quattro mani. Ogni scuola che ha partecipato e creduto nel progetto educativo/formativo “Disegni a 1000 mani, Beirut – Venezia”, ne riceverà una in dono.